The emotion of the moment!

If my site, as well as what I’ve said, has intrigued you, I want to say one more thing: I’m very excited! It’s not so normal for those not used to introducing and talking about themselves, especially if they prefer to listen.
So please, you speak now. You tell me something about your emotions, because I feel a bit strange with this “web” that has no limits and this “blog” that until yesterday I didn’t even know what it was. They make me feel as if I was sitting outside on the wing of a plane projected into a world that I don’t know!
And you say, but why did you do it then, no one asked you and no one forced you…
It’s true, but today this is the way, otherwise the book will remain in the drawer.
But I want you to read it, otherwise the crossing to the USA what will it have served?
By the way, I’m waiting for your comments!

In the end… we just have to have the courage to know each other and we’ll grow together beyond the aid of technology.
For this is what’s needed: to really communicate!
Sometimes just a word is needed and it can all be saved! Or finally recognized.
So do your thing, otherwise who will give me the courage to continue?

See you soon!

Anna

L’emozione del momento

Se il mio sito vi ha incuriositi così come quello che vi ho detto, vorrei dirvi un’altra cosa: sono molto emozionata!

Non è poi così normale per chi non c’è avvezzo presentarsi e parlare di sè soprattutto se preferisce ascoltare.
Quindi per favore parlate voi adesso, raccontatemi voi qualcosa delle vostre emozioni, perchè io mi sento un po’ strana con questo “web” che non ha limiti e questo “blog” che fino ad ieri non sapevo cosa fosse perchè mi fanno sentire come se fossi seduta sull’ala esterna di un aereo proiettata in un mondo che non conosco! Continue reading

“Io” allo specchio

Ciao “Io”, è tanto che non ti scrivo, o anzi che non mi scrivo, oggi ho deciso di farlo.

No, no, credimi questa volta lo faccio veramente e con qualcuno che me lo ricorderà in ogni istante e sai perchè? Perchè scriverò su uno specchio.
Lo specchio del mio volto, di quello che vedono i miei occhi e di quello che non vogliono più vedere.
Di una immagine riflessa, impietosa, di un corpo troppo indipendente dalle regole di una dieta che può solo mostrare l’ovvio di una forma poco in forma. Continue reading